corsi di web marketing e formazione alle imprese turistiche per comunicare online e incrementare il business

Billboard Effect, l’effetto “Manifesto”: cos’è?

SHARE
, / 4103 0

Quando un viaggiatore cerca un hotel lo fa spesso attraverso le OTA (Online Travel Agent), usate come vero e proprio “motore di ricerca” dedicato. Il vantaggio è trovare in un solo sito informazioni, immagini, recensioni, prezzi che vengono subito messe a confronto per scegliere subito l’albergo o comunque cliccare sul link per visitare il sito ufficiale.

Questo è un esempio (aumento delle prenotazioni e delle ricerche online) di quello che la Cornell University chiama “Effetto Manifesto” (billboard effect), in pratica essere presenti e visibili sulle OTA sarebbe come collocare cartelloni e manifesti pubblicitari sui muri o lungo le strade. Il Dizionario Travel Industry definisce così l’effetto billboard “Nell’industria alberghiera, l’aumento di prenotazioni offline sperimentate da un hotel o da un brand pubblicizzato su un sito di prenotazioni online”.

L’effetto Billboard crea un’azione di confronto sul sito OTA (per controllare le tariffe, le condizioni di vendita oppure vedere se il processo di prenotazione è più semplice), sui social media (per cercare opinioni e recensioni sull’hotel), sul sito dell’hotel (per trovare ad esempio immagini o verificarne le caratteristiche).
Ancora, continuano ad esserci resistenze da parte del settore alberghiero verso le OTA e le piattaforme di distribuzione a causa delle elevate commissioni e della perdita del controllo sulle campagne di vendita. La cosa può essere vera, ma bisogna considerare che: 1) un hotel indipendente non ha le necessarie risorse di marketing per fare promozione come invece possono fare le OTA; 2) è opportuno che gli albergatori verifichino il loro inventario e la resa a scadenza periodica e su basi regolari, per regolamentare i canali e fare un’analisi più completa della situazione, evitando di pagare troppe commissioni.
Non bisogna però dimenticare che l’effetto Billboard non è dovuto esclusivamente alla presenza sulle OTA, ma è causato sia pure in misura diversa da qualsiasi tipo di marketing: una campagna pay-per-click, l’e-mail marketing, la creazione di un banner pubblicitario e persino la pubblicazione di una pubblicità su una rivista di settore. Di fatto l’esposizione del brand produce sempre un aumento delle prenotazioni e delle visite al sito ufficiale, perciò ogni hotel dovrebbe valutare con attenzione quali sono le campagne pubblicitarie più adatte nel medio e lungo periodo, e potranno portare il maggior beneficio possibile alla nostra struttura

Scrivi un commento

PASSWORD RESET

LOG IN